Edizione 2020-2021

Si è tenuta il 14 settembre 2021 presso la suggestiva cornice del Giardino della Triennale di Milano, la cerimonia di premiazione de ‘Il Premiolino”, prestigioso e più antico premio dedicato al mondo dell’informazione fondato a Milano nel 1960.

L’evento esclusivo, presentato da Neri Marcorè affiancato da Chiara Beria di Argentine e Piero Colaprico, rispettivamente presidente e vicepresidente della Giuria del Premiolino, ha celebrato in presenza i vincitori della 61ª e della 60ª edizione rimandata a causa dell’emergenza sanitaria, e i 60 anni di storia de Il Premiolino compiuti nel 2020

Locandina ediz. 2021

Edizione 2019

La cerimonia di premiazione dei vincitori della 59a edizione del più antico premio giornalistico Italiano si è svolta a Milano. Il Premiolino si rinnova sempre dando voce e credito alle espressioni del giornalismo che si sono particolarmente distinte per varietà e originalità dei contenuti.

Giuria

la giuria de Il Premiolino ha
sempre avuto firme di rilievo del giornalismo italiano

Premiolino BMW SpecialMente per l’inclusione sociale

Edizione 2021 – premio per Claudio Arrigoni che è diventato un punto di riferimento del mondo della disabilità lungo un percorso giornalistico ma più ancora culturale, umano e letterario, cronaca dopo cronaca, Paralimpiade dopo Paralimpiade, libro dopo libro.

Edizione 2020 – vince il Premiolino BMW SpecialMente Massimo Bottura, chef straordinario e  uomo generoso che si è inventato una miriade di progetti di solidarietà come l’Onlus «Food for Soul» contro lo spreco alimentare o la casa-modello de «il Tortellante» che coinvolge con genitori e nonni tanti ragazzi autistici.

Edizione 2019 – Alla sua prima edizione, il Premiolino BMW SpecialMente va a Giovanni Cupidi, tra i fondatori dell’associazione #SiamoHandicappatiNoCretini, autore del blog “Giovanni Cupidi Official” e del libro ” Noi siamo immortali. Due vite racchiuse in una sola esistenza” dove racconta la sua disabilità e i suoi problemi senza pietismi e con grande coraggio.

Storia

E fu… Il Premiolino.
Gaetano Tumiati ripercorre i primi passi de Il Premiolino

“Eravamo nel 1960. L’anno di Gagarin, di Tambroni, di Lumumba, di Berruti alle Olimpiadi di Roma, di Kennedy alla presidenza degli Stati Uniti.
E noi un gruppo di inviati ‘milanesi’, relativamente giovani, per lo più fra i trenta e i quaranta, che guardava con rispetto alla generazione dei maestri: Vergani, Monelli, Barzini, Montanelli, Emanuelli.